7 kg in 7 giorni diventa un reality, malgrado Britney Spears…



Il mondo dello showbiz è spietato, specialmente con le donne, specialmente con quelle che non riescono, per più motivi, ad essere sempre comunque “tiratissime”, lucidissime e magrissime. La taglia zero è praticamente un imperativo (l’altro è avere meno di 45 anni) e spesso ci si accanisce contro celebrità del mondo dello spettacolo che non sfoggiano una linea più che sottile. Una delle vittime più illustri dei gossip a fini estetici, negli ultimi anni è sicuramente l’altalenante star del pop Britney Spears, l’ex barbie d’america. Stavolta però, un reality show ha deciso di essere veramente crudele. A partire dal titolo che è “Bigger Than Britney”; più grosse (o per meglio dire, grasse) di Britney.
La denuncia della sua tendenza ad ingrassare (quasi che contasse più quello delle sue francamente discutibilissime doti canore e musicali) è ormai di pubblico dominio e chi può non evita di ricamarci sopra. Il reality in questione vedrà alcune signorine e signore cercare di dimagrire usando diete usate in passato da alcune star del pop e più in generale della comunicazione di massa come Beyoncé, Lady Gaga e Cheryl Cole. Tralasciando il titolo la trovata è molto molto discutibile, visto che ormai sappiamo bene che ogni fisico è differente e reagisce differentemente agli stimoli. Senza considerare che le cause del diventare grasse sono moltissime, alcune difficilmente “sopprimibili”.
Del resto che per le donne l’estetica sia ancora quasi tutto è un messaggio che arriva perfino dall’assai compito mondo della politica americana. Più di due anni fa, con le primarie democratiche ancora in corso e la lotta serrata tra Barack Obama ed Hillary Clinton un giornale pubblicò un primo piano del volto della donna, coperto da rughe. Del tutto normale, del tutto legittimo, direi del tutto giusto all’età di Hillary. Il dubbio era se presentarsi o meno con un presidente del genere… la strada da fare è ancora moltissima.